Pulizia è sentirsi meglio

Risolvere una flatulenza intestinale duratura

La flatulenza intestinale consiste in una condizione per cui nell’intestino viene accumulata una grande quantità di gas. La cosiddetta puzza intestinale può essere un fenomeno passeggero, destinato a risolversi in modo naturale, ma quando diventa un fenomeno duraturo può causare dei gravi problemi di imbarazzo e di disagio.

Che cosa accade quando si soffre di flatulenza?

La miscela dei gas intestinali viene rilasciata dallo sfintere anale e produce un rumore, detto in gergo “pepito”.
La parola equivalente in italiano sarebbe “scoreggia”, utilizzata impropriamente nella versione al maschile “scoreggio” o ancora peggio con la doppia “erre” (scorreggia).
Si tratta in ambo i casi di errori grammaticali anche se, per non sbagliare, si potrebbe usare la definizione più infantile, ma corretta di “puzzetta maleodorante”.

La caratteristica “olfattiva” di questo fenomeno è legata alla miscela di gas rilasciata nel retto, lungo il tratto finale, a seguito dell’arrivo delle feci che incontrano, lungo il percorso, dei vuoti d’aria.
Ogni flatulenza ha un odore forte e disgustoso e quindi crea molto imbarazzo nella persona a cui scappa, perchè richiama molte volte l’attenzione di chi è attorno.
Spesso e volentieri chi soffre di flatulenza intestinale duratura cerca di evitare le occasioni di incontro sociale in quanto molto a disagio all’idea di non riuscire a trattenere queste fuoriuscite improvvise di gas maleodorante.

Quali sono le cause della flatulenza intestinale?

Le motivazioni principali sono da ricondurre alla presenza della flora intestinale putrefattiva. La flora batterica intestinale ha loro scopo di eliminare le proteine, per mezzo del processo di decomposizione.
Non è un caso se quando seguiamo un’alimentazione prevalentemente proteica o una dieta con molte proteine, il processo intestinale che ne deriva è soprattutto putrefattivo, situazione che può facilmente causare flatulenza.

Nel corso della decomposizione delle proteine i batteri intestinali producono sostanze come fenoli, ammine ed ammoniaca.
Sono soprattutto le ammine quelle che conferiscono alla flatulenza un odore molto cattivo, a tratti insopportabile.

Come eliminare il problema della puzza intestinale nel lungo periodo?

Il primo metodo per farlo è cercare di mantenere il colon ben pulito. Un trattamento ideale e semplice per pulire a fondo il colon è l’idrocolonterapia.
cimice su erba
L’idrocolonterapia consiste in un trattamento che ha lo scopo di pulire a fondo il tratto dell’intestino detto colon, per mezzo di acqua tiepida, irrorata internamente, attraverso una cannuccia introdotta nell’orifizio anale.

Tale pratica medica permette di pulire l’intestino grazie ad un lavaggio a base di acqua dolce filtrata e pressurizzata, messa all’interno dell’organismo, grazie alle esperti mani di un operatore o di una operatrice d’idrocolonterapia.
La terapia d’idrocolon permette di pulire i rifiuti accumulati tra le anse dell’intestino e quindi di liberarsi di tossine, scarti di cibo e le cellule epiteliali che sono morte nel corpo, depositate nello spazio intestinale, senza mai essere state eliminate del tutto.
Questi scarti, se mantenuti tra le pareti del colon a lungo, possono marcire e provocare dei problemi di salute anche gravi, minando alla funzionalità ed al benessere dell’intestino. I

Ricorrere ai benefici dell’idrocolonterapia permette così di risolvere i classici problemi della flatulenza intestinale e quindi di ovviare al problema di aver paura di uscire con gli altri, perchè potrebbe scappare una “loffa” in qualunque momento, soprattutto quando nelle fasi finali della digestione.
Si tratta di un problema molto sentito nelle ragazze, già per indole più timide e poco ad agio nelle comitive, ed è per questo che sono loro tra le più grandi clienti dei centri d’idrocolonterapia, nella speranza di curare ogni fonte di imbarazzo, legato sia al suono di una scoreggia e sia al fetore da essa generata.

Non è un caso che le donne siano sempre più stitiche degli uomini.

I vantaggi legati ai trattamenti intestinali basati sull’acqua non finiscono qui, visto che è stato dimostrato come l’idrocolonterapia permette anche di stimolare la peristalsi, ovvero il naturale movimento intestinale, in ciascun essere umano.

A conti fatti, la pulizia delle pareti del colon ripristina la funzionalità digestiva in ognuno di noi, migliorando il nostro grado di benessere.
Tra l’altro, le possibilità di perdere qualche taglia con l’idrocolon terapia non è così remota, visto che ad un maggior grado di pulizia interna corrisponderà una più adeguata assimilazione dei cibi ed una più performante evacuazione delle feci.

 

E’ arrivata flora

 

Altri sistemi naturali per mantenere il colon pulito e per combattere la putrefazione nella flora batterica ed intestinale esistono, a cominciare dalla stessa piramide alimentare quotidiana.
Per evitare di creare le bolle d’aria lungo il colon e quindi ridurre le probabilità di fare scorregge pestilenziali, bisognerebbe avere l’attenzione di masticare di più i cibi che ingurgitiamo e di non parlare mentre siamo a tavola.

Quando noi comunichiamo con la bocca piena, oltre a non essere educati dal punto di vista del galateo, aumentiamo esponenzialmente le possibilità di introdurre aria nella pancia e quindi di diventare degli “scorreggioni seriali”.
Si tratta di una condizione che se nei ragazzi e nei bimbi può essere vissuta con ilarità, un po’ come il lancio di una fialetta puzzolente nel cestino della classe, negli adulti può divenire difficile da sopportare sul piano emotivo.

 

La dieta per non petare

 

Esistono alcuni cibi consigliati che potrebbero limitare gli episodi di flatulenza nella giornata. In questo elenco di pietanze da mangiare non possono mancare:

  • pesce azzurro, preferendolo alla carne, e alle qualità ittiche più grasse, come il salmone.
  • Mela, perchè in grado di regolarizzare i processi digestivi
  • Menta, aiuta lo sgonfiare della pancia
  • Yogurt probiotici, fondamentali per riattivare la qualità della flora presente nell’intestino
  • Rape e spinaci, sempre cotti, il rischio di perdere un po’ delle loro proprietà nutritive sarà la contro-partita di 2 verdure ideali per combattere la flatulenza.
Condividi

Leave a Comment